Champagne con la A maiuscola

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”yes” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1475856962388{padding-bottom: 20px !important;}”][vc_column][interactive_banner_2 banner_style=”style1″ image_opacity=”1″ image_opacity_on_hover=”1″][vc_column_text]

A Pitti Uomo abbiamo degustato alcune etichette di A.Bergère.
Maison giovane dal futuro effervescente

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”75px”][vc_column_text]

di Alessandro Botré foto di Marco Siracusano (AkaStudio Collective)

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”75px”][vc_column_text]

Come da tradizione, la testata Arbiter, anima della nostra casa editrice, ha partecipato a Pitti Uomo, la più importante rassegna mondiale di abbigliamento maschile che si tiene nella Fortezza da Basso di Firenze. La lounge Arbiter è un’oasi di bien-vivre all’interno della frenetica fiera, dove trovano rifugio clienti, lettori e amici per due chiacchiere, un caffè, un piatto di ribollita o un calice di vino in serenità prima di rituffarsi nel vortice dei padiglioni.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1463146163185{padding-top: 50px !important;padding-bottom: 44px !important;}”][vc_column width=”1/2″]

[vc_column_text]

Il 38-40, etichetta di punta di A.Bergère, i cui Champagne abbiamo degustato nella lounge di «Arbiter» a Pitti Uomo, Firenze.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″]

[vc_column_text]

Prestige, Nature e Selection. La famiglia Bergère conta su oltre 70 ettari vitati ed è quella con più possedimenti terrieri.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”yes” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1475856962388{padding-bottom: 20px !important;}”][vc_column][vc_empty_space][vc_column_text]Durante questa edizione, la 93esima, gli ospiti hanno potuto apprezzare alcuni capolavori della Maison de Champagne A.Bergère: le etichette Prestige, Nature, Selection, Rosé e 38-40. La Maison Bergère coltiva vitigni Chardonnay, Pinot noir e Pinot Meunier ad Avize, Oger, Le Mesnil-sur-Oger, Fèrebrianges, étoges e Congy. è relativamente recente, fondata nel 1949 da André Bergère. Erano anni in cui i produttori di Champagne si stavano riorganizzando dopo il conflitto mondiale, e il figlio di André, Albert, decise di sviluppare un proprio marchio sfruttando i vigneti di famiglia.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1463146163185{padding-top: 50px !important;padding-bottom: 44px !important;}”][vc_column width=”1/3″]

[/vc_column][vc_column width=”1/3″]

[/vc_column][vc_column width=”1/3″]

[/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”yes” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1475856962388{padding-bottom: 20px !important;}”][vc_column][vc_column_text]

L’azienda passò quindi a uno dei suoi tre figli, che si chiamava André come il nonno, sostenuto dalla moglie Brigitte Martin. Il giovane, negli anni 80, estese le vigne e fece conquistare al marchio importanti quote di mercato. Oggi la Maison è guidata da Albert, André, Annaelle e Adrièn. Avrete notato che tutti i membri della famiglia hanno nomi che iniziano con la «A»: questo per perpetuare la tradizione e far sì che il nome A.Bergère rimanga sempre attuale.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1463146163185{padding-top: 50px !important;padding-bottom: 44px !important;}”][vc_column width=”1/3″]

[/vc_column][vc_column width=”1/3″]

[/vc_column][vc_column width=”1/3″]

[/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”yes” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1475856962388{padding-bottom: 20px !important;}”][vc_column][vc_column_text]

Oltre all’abbinamento con i prodotti toscani del catering Tuscan Excelsia, mercoledì 10 gennaio abbiamo ritagliato un momento per i più appassionati, i quali sono stati guidati dall’esperto Massimo Fabiani, dell’agenzia La belle époque, che importa e distribuisce i prodotti della Maison, in una degustazione di quattro etichette. Ha aperto il racconto il Nature, un 100% Chardonnay non dosato, cristallino, dalle note agrumate, perfetto con i frutti di mare. Quindi si è passati al Selection, 50% Chardonnay e 50% Pinot noir, elegante, puro, rotondo, dai sentori floreali e fruttati. A seguire, Prestige 2008: 50% Chardonnay, 40% Pinot Meunier e 10% Pinot noir. Preparato solo durante gli anni migliori, presenta aromi tostati e fruttati. Infine, la punta di diamante: il 38-40. Il nome deriva dal numero civico a cui si trova la sede della Maison, in avenue de Champagne 38-40, a épernay. Prodotto nelle annate eccezionali, è composto da viti Chardonnay vecchie oltre 30 anni Grand cru del terroir di Avize. Una sinfonia di pesca, albicocca, mandorle tostate: un grande vino…..……PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO ACQUISTA IL MAGAZINE .

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”grid” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern” css=”.vc_custom_1463146163185{padding-top: 50px !important;padding-bottom: 44px !important;}”][vc_column width=”1/2″]

[vc_empty_space height=”26px”]

[/vc_column][vc_column width=”1/2″]

[/vc_column][/vc_row]